NORMATIVA “WHISTLEBLOWING”

La Direttiva (UE) 2019/1937 in materia di "Whistleblowing” ha rafforzato nell’ordinamento italiano il diritto alla segnalazione di illeciti con l’obiettivo di disciplinare la protezione dei così detti "informatori”. Il D.lgs. n. 24/2023 ha recepito tale disciplina ed introdotto un presidio giuridico "generale” per la protezione delle persone che segnalano violazioni di normative nazionali e dell’Unione Europea che ledono l’interesse pubblico o l’integrità dell’amministrazione pubblica o dell’ente privato, di cui siano venute a conoscenza in un contesto lavorativo pubblico o privato.